aquerello Termoli host Lions Club
  • Categoria: Lions
  • Visite: 4043

Charter Night, 52 anni dei Lions di Termoli

TERMOLI - Il Lions Club Termoli Host ha recentemente festeggiato presso il noto ristorante Villa Livia in Termoli il proprio cinquantaduesimo compleanno con la celebrazione dell’annuale “Charter Night”, tenutasi per la prima volta il 9 dicembre 1961.

La cerimonia, che è il momento culminante dell’attività annuale lionistica, rievoca e celebra il momento della consegna della “Carta di affiliazione” di ogni Club all’associazione internazionale dei Lions Club che, con il passare degli anni, continua a confermarsi come il primo “Club Service” in assoluto al mondo.

Alla cerimonia ed alla successiva serata di gala - unitamente a numerosi soci del Club - hanno partecipato sia il Governatore in carica del Distretto 108A Raffaele Di Vito, sia il Past Governatore Carlo D’Angelo oltre all’attuale Presidente di Circoscrizione Stefano Gravante, al Presidente di Zona Demetrio Di Fonzo ed ai Presidenti di numerosi Lions Club dell’Abruzzo, del Molise e delle Marche, in particolare quelli di Ascoli Piceno, Ancona Host, Larino, Termoli Tifernus, Vasto New Century, Bojano, San Salvo, Montesilvano, Campobasso, Chieti Host, Vasto Vittoria Colonn, Lanciano, Ortona e Chieti Marrucini.

 

Sono altresì intervenuti il Sindaco di Termoli Basso Antonio Di Brino ed il Comandante della Compagnia Carabinieri Capitano Paolo Nichilo, accompagnato dal Luogotenente Piero De Carlo, Comandante della Stazione Carabinieri di Termoli.

In occasione della cerimonia, oltre ad essere stati rievocati i cinquantadue anni di storia e di tangibili risultati del Club, si è avuto tra l’altro modo di ribadire come anche quest’anno il Lions Club Termoli Host si stia distinguendo, con la Presidenza dell’Avv. Oreste Campopiano, nella realizzazione di diverse attività connotate dall’impegno morale e materiale in favore della cittadinanza, unitamente al restauro della storica fontana sita al termine di Corso Fratelli Brigida.

Si è quindi provveduto a conferire al socio Nicola Pace il “Melvin Jones Fellow”, riconoscimento internazionale che fa riferimento al nome del Fondatore del Lions Club International, e che è prerogativa rara ed esclusiva di cui beneficiano esclusivamente Soci o Personalità che si siano particolarmente distinti nella azione a favore della Associazione o in genere della Comunità.

Sono stati altresì premiati gli Officer Distrettuali, soci del Lions Club Termoli Host, Michele Smargiassi, Elda Della Fazia e Pardo Desiderio, intervenuti alla serata.

Durante la cerimonia si è poi proceduto a formalizzare l’ingresso di ben dieci nuovi soci all’interno del Club, tutti connotati dagli indispensabili requisiti richiesti agli appartenenti alla grande famiglia mondiale del lionismo, che sono tra l’altro la correttezza morale e la dedizione al proprio lavoro ed al tempo stesso al sociale.

In particolare, sono entrati a far parte del Lions Club Termoli Host Giuseppe Musacchio ed Umberto Occhionero, rispettivamente imprenditore agricolo ed edile, presentati dal socio - nonché Presidente del Club – Oreste Campopiano, Vincenzo Scarano, avvocato presentato dal socio Michele Cocomazzi, Andrea Casolino e Nicola Fedele, rispettivamente promotore finanziario ed imprenditore edile, entrambi presentati dal socio Pardo Desiderio, Domenico Fabbiano, bancario, presentato dal socio Michele Marone, Tommaso Freda, imprenditore nel mondo delle comunicazioni, presentato dal socio Antonio Plescia, nonché Marco Andreasi, Fernando Arbotti ed Enrico Cianciosi, rispettivamente libero professionista, avvocato – procuratore sportivo e dottore commercialista, questi ultimi tre presentati dal socio Paolo Verì.

I graditi ospiti della Charter Night, accolti con il consueto garbo dal Cerimoniere Daniela Battista, hanno avuto modo di rimarcare l’importanza di un ingresso così significativo di nuovi soci al’interno del Club, che non potrà che rafforzare ulteriormente la qualità delle attività svolte sin qui dal Lions Club Host di Termoli nel campo dell’impegno sociale e della solidarietà espressa sia a livello locale sia nazionale ed internazionale, ringraziando il Presidente e tutti i soci per i risultati sin qui raggiunti, con lo sprone a proseguire con immutata costanza nel perseguimento dei fini statutari che uniscono tutti gli appartenenti al mondo lionistico.

Back to top